Archivi categoria: contorni

Insalata in purezza: finocchi, mela e noci

insalata-finocchi-mele-noci

insalata-finocchi-mele-noci

insalata-finocchi-mele-noci

insalata-finocchi-mele-noci

Ciao!!!

Eccitazione a mille per questa domenica… il mio debutto sociale!!!

Per i dettagli dovrai aspettare ancora qualche giorno… perchè prima devo vedere se ho studiato abbastanza!! hahahhahah

Scherzi a parte!!

Questo sarà il prmo antipasto che proporrò ai commensali : un piatto fresco, perfetto per la tavola di Natale, ma che ci ha letteralmente conquistati e che propongo spesso ai miei uomini di casa!!

Di stagione, di gusto, elegante e soprattutto…. veloce!!! 😀

TEMPO DI PREPARAZIONE

5 minuti

INGREDIENTI

per 6/8 persone

  • 2 finocchi
  • 1 mela (rossa, di quelle croccanti)
  • 7/8 noci
  • mezzo limone
  • olio evo
  • sale e pepe

PROCEDIMENTO

Pulisci e lava i finocchi tagliandoli in 4. Leva il torsolo alle mele, senza sbucciarle.

Affettale entrambe sottilmente con una mandolina o un robot da cucina.

Spremi subito il succo di limone per evitare che la mela si ossidi. Unisci le noci sgusciate e condisci con olio, sale e pepe.

… e buon appetito!!

Annunci

Rosti-pizza di patate e zucca

rosti-pizza-patate-e-zucca

rosti-pizza-patate-e-zucca

rosti-pizza-patate-zucca

rosti-pizza-patate-zucca

Ciao!!

Finalmente torno a pubblicare!! 😀

Nelle scorse ore nella mia zona c’ è stato un pò di panico… una vera e propria alluvione… che per fortuna ora pare sia in fase di miglioramento. Siamo perennemente in cerca di nuovi aggiornamenti sui vari siti di protezione civile… ma a quanto pare , anche se l’ emergenza nonn è passata del tutto… sembra che il peggo sia passato!

Tutto ciò ha portato ad un collasso generale.. Tutto ciò che si poteva fermare … si è fermato! Scuole, aziende, attività commerciali…

Per cui oggi, almeno per noi è stata una giornata “regalata”: tutti a casa, tutti a dormire un pò di più, tutti tutti più rilassati… ed ecco qui… che io trovo anche il tempo di pubblicare!!! 😀

Questa ricetta l’ ho vista l’ altro giorno a “La prova del cuoco” e mi sono subito chiesta “Ma perchè non ho mai provato il rosti?????”

Il rosti è un piatto svizzero che si fa con le patate crude, grattuggiate e cotte in padella , per formare un abella crosticina croccante!!

Con l’ aggiunta della zucca rimane ancora più colorata!!

Da provare assolutamente!!

Gli ho poi versato un pò di salsa di pomodoro in modo da ricreare l’ effetto pizza… ma è già buonissimo anche così!!

TEMPO DI PREPARAZIONE

5 minuti + 10 di cottura

INGREDIENTI

per una padellata

  • 3/4 patate
  • una fetta di zucca
  • sale
  • olio per friggere
  • salsa di pomodoro
  • erbette ( timo, origano, maggiorana…)

PROCEDIMENTO

Sbuccia le patate e grattugiale. Togli la buccia alla zucca e grattugia anche quella. Unisci le verdure in una ciotola e regola di slae.

Metti a scaldare in una padella dell’ olio e quando è bella calda versa le verdure grattuggiate.

Schiaccia bene con un cucchiaio. Copri con un coperchio.

Non preoccuparti se ti sembra che non stiano insieme, appena le patate rilasceranno l’ amido il tutto si compatterà per bene!!

Appena si è formata la crosticina, gira la “frittata”. Sulla parte superiore ora puoi versare la salsa di pomodoro, le erbette , o qualsiasi condimento tu voglia!!

Servi caldo , tagliato a fette!!

 

 

Cipolle caramellate su fette di pane bauletto integrale

cipolle-caramellate-su-fette-di-pane-integrale

cipolle-caramellate-su-fette-di-pane-integrale

Ciao!!

Continua il mio corso di cucina naturale ed io continuo a scoprire un sacco di cose nuove e interessanti oltrechè delle ricettine fantastiche!!

Questo pane Alessia ce lo ha presentato come pane della colazione : da qui puoi già intuire come sia versatile!

Per cui ottimo la mattina per spalmarci sopra la marmellata, buonissimo per accompagnare le pietanze ai pasti , fantastico come merenda per i più piccini e che dire…. si è sposato alla perfezione con queste cipolle glassate!!

Della ricetta tradizionale ho cambiato solo il lievito perchè ormai da tempo uso quello madre essicato!!

Spero ti piaccia cara Tutor!!

pane-integrale-bauletto

pane-integrale-bauletto

TEMPO DI PREPARAZIONE

per il pane

10 minuti + la lievitazione + 30 di cottura

INGREDIENTI

  • 300 gr di farina integrale
  • 100 gr di farina T2
  • 220 ml di acqua
  • 28 gr di lievito madre essiccato
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di malto d’ orzo
  • sale
  • semii di girasole

PROCEDIMENTO

Unisci in una ciotola prima gli ingredienti secchi poi i liquidi. Impasta bene poi quando si forma il panetto morbido ,copri con una pellicola e metti a lievitare ( Alessia consiglia in forno spento con la lucina accesa) per almeno 2/3 ore.

Ripendi l’ impasto ,impasta nuovamente per un paio di minuti, poi dagli una forma di simil treccia e lascia di nuovo lievitare per un’ ora. Ricopri la superficie con i  semi di girasole.

Intanto accendi il forno a 200° e quando arriva in temeratura inforna nello stampo da plumcake.

Fai cuocere per 20 minuti e gli ultimi 10 senza lo stampo.

Fai raffreddare prima di tagliarlo così le fette rimarranno belle compatte.

pane-integrale-a-fette

pane-integrale-a-fette

 

TEMPO DI PREPARAZIONE

per le cipolle

30 miuti circa

INGREDIENTI

 

  • 6 cipolle bianche di maggio ( quelle piatte )
  • acqua q.b
  • un cucchaio di malto d’ orzo
  • un cucchiaio di aceto di mele
  • olio evo fino a che il sughino inizia a
  • sale

PROCEDIMENTO

Sbuccia le cipolle e tagliale a metà , adagiale in una padella larga con un pochino di acqua con la serie di anelli rivolata verso il fondo. Fai stufare per 10 minuti a fiamma alta poi togli il coperchio , aggiungi il malto e l’ aceto e continua la cottura fino a che il condimento inizia a caramellare.

Con un cucchiaio bagna le cipolle , ma senza girarle.

Negli ultimi minuti regola di sale e lucida con un filo d’ olio.

Servi calde sulle fette di pane bauletto integrale.

Da noi sono andate a ruba!!

 

 

Arrostini di topinambur

arrostini-di-tapinambur

arrostini-di-topinambur

Ciao!!!

Ultimamente non capita così spesso che condidiva una ricetta al giorno.. per cui se capita è proprio perchè non sto nella pelle e non vedo lì ora di stupirti!!!

Questa ricetta merita veramente un posto d’ onore sulle nostre tavole perchè il topinambur non è mai stato apprezzato e ” capito” dalla maggior parte di noi : da me per prima, fino a poco tempo fa!!

Ecco… con questa ricetta conquisterà veramente tutti!! Ne sono sicura!!!

La croccantezza della buccia di questo tubero incontra la morbidezza dell ‘interno con un’ espolosione di gusti riportando alla mente il sapore della patata e quello del carciofo … ma in realtà non è nè l’ uno nè l’ altro!! 😀

Le spezie sono quelle che fanno la differenza!!! Ieri li ho provati con un mix di curry, curcuma, pepe e paprika!! Oggi con aglio e rosmarino !! Quale preferisco ????? Non lo so!!! 🙂

Non ti resta che provare e dirmi la tua!!

Unico inconveniente… la lunga cottura in forno … 😦

Infatti ieri ho utilizzato il calore della stufa a legna , ma questo non mi permette di avere delle tempistiche precise ed oggi invece ,per riuscire a dare un’ indicazione certa ( ma anche perchè non vedevo l’ ora di riassaggiarli!!) ,ho usato il forno a luce….

Beh magari lo si cucina di sera … Ok??? ahahahah

Ne vale davvero la pena però!!!

arrostini-di-tapinambur-con-curcuma-curry-pepe

arrostini-di-topinambur-con-curcuma-curry-pepe

arrostini-di-tapinambur-con-aglio-e-rosmarino

arrostini-di-topinambur-con-aglio-e-rosmarino

TEMPO DI PREPARAZIONE

10 minuti+ 2h di forno

INGREDIENTI

  • 1kg di topinambur
  • due cucchiai di olio evo
  • uno spicchio d’ aglio
  • un rametto di rosmarino
  • sale
  • pepe
  • o un mix di spezie

PROCEDIMENTO

Accendi il forno a 200° funzione ventilata.

Lava bene i topinambur senza sbucciarli.

Fai in modo di ottenere dei salamotti , per cui taglia le parti sporgenti , ma senza gettarle via.

Incidi i topinambur con dei tagli verticali, ma senza arrivare in fondo ( se si rompono , non importa!!). Non devono essere regolari nè precisi i tagli , e tantomeno i topinambur.

Versali in un sacchetto per alimenti poi condisci con olio , l’ aglio schiacciato e / o le spezie.

Agita un pochino in modo da condirli per bene: deve entrare anche un pò di condimento nelle fettine.

Versa in una teglia ricoperta da carta forno e poi richiudi bene.

Inforna per 2 ore circa.

Se utilizzi un forno della stufa a legna controlla la cottura : potrebbe volerci più tempo , come nel mio caso ( tre ore) oppure meno!!

Sono pronti quando la buccia è scura e l’ interno molto morbido:

Topinambur alla riscossaaaa!! 😀

Chips di cavolo nero

chips-di-cavolo-nero

chips-di-cavolo-nero

Ciao!!

Ricetta super super super furba!! Super buona! Super sana!!

Insolita? Può darsi , ti garantisco che fino a ieri non la conoscevo nemmeno io , poi girando sul web in cerca di una nuova ricetta per cucinare il mio adorato cavolo nero , mi sono imabattutta in questa!!

Fantastica davvero!!

Hai presente lo scrocchiare delle patatine!??? Ecco !! Però non sono patatine!!

Persino il nano n2 ha dato l’ ok!! ” Mamma, falle di nuovo , sono buonissime!! ” 😀

Pochi ingredienti e sani per rendere il cavolo nero particolare e “scoppiettante”!!

Ah premetto che per la cottura ho utilizzato il forno della stufa , che come ben sai , ha una cottura più lenta e meno meccanica , ma l’ unica cosa importante qui è controllare dal vetro del forno il livello di croccantezza!

TEMPO DI PREPARAZIONE

10 minuti + 20 di cottura

INGREDIENTI

  • 10-15 foglie di cavolo nero
  • due cucchiai di olio evo
  • un pizzico di paprika dolce
  • un pizzico di curcuma
  • o altre spezie a piacere

PROCEDIMENTO

Accendi il forno a 160° funzione ventilata.

Lava il cavolo , elimina la costa centrale e talialo a pezzettini lunghi circa 5 cm (non devono avere per forza la stessa dimensione , anzi, diverse misure, diversa croccantezza!!).

Metti i pezzetti di cavolo dentro ad un sacchetto di plastica : versa all’ interno l’ olio e le spezie.

Chiudi con un mano ed agita per qualche secondo : le foglie di cavolo si impregneranno per bene di questo olio aromatico.

Disponile ora su di una o più leccarde ricoperte da carta forno ed inforna per 20 minuti circa.

Crick-crock  😀

 

Gratin di cavolini

gratin-di-cavolini

gratin-di-cavolini

Ciao!!

Se c’è una cosa che ricordo bene è che a casa mia i cavolini di bruxelles non facevano impazzire , per cui la mia mamma li cucinava raramente, ma io li adoravo!!

Per cui, appena ho avuto una cucina mia… ricordo di essermi fiondata a comprare un cestinetto di questi deliziosi piccoli cavoli, che in realtà altro non sono che i germogli della pianta!!

Li ho sempre cucinati a vapore apprezzando il gusto particolare ed unico , senza inventare ricette.

Poi, ieri sera sfogliando il “we veg” , la  rivista mensile di cucina vegetale che puntualmente acquisto, ho letto la ricetta dei cavolini gratinati e… voilà!!

Un successo !!

TEMPO DI PREPARAZIONE

40 minuti

INGREDIENTI

  • 500 gr di cavolini di bruxelles
  • una manciata di anacardi
  • una fetta di pane integrale
  • due cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • olio evo

PROCEDIMENTO

Lava e dividi a metà i cavolini , poi mettili a lessare per circa 10-15 minuti.

Accendi il forno ( io ho usato il forno della stufa ) a 200°.

Trita in un mixer il pane, gli anacardi e il lievito alimentare.

Adagia i cavolini in una pirofila , poi cospargili con il trito.

Irrora con un filo d’ olio e inforna per 15 minuti , utilizzando la funzione grill negli ultimi minuti.

Buon appetito!!

 

Scamorza di riso

scamorza-di-riso

scamorza-di-riso

Ciao!! Buon lunedì!!

Come hai notato il sabato e la domenica non pubblico mai nulla ( salvo rare eccezioni) perchè le dedico interamente ai miei quattro uomini!

Per cui stamattina mi sveglio e la prima che penso è ” Cosa pubblico oggi??”

Non avevo nessuna ricetta pronta .. ma non mi sono persa d’ animo ed ho iniziato a mettere in moto il cervello … ( cosa non semplice… ah ah ah)…

Beh all’ ora di pranzo ne avevo già tre pronte!!!

Ieri sera rileggevo la rivista “We veg”, che tra l’ altro mi piace un sacco !!

Ho notato che utilizzano tantissimo la scamorza di riso , ma non hanno ancora mai pubblicato la ricetta! Sicuramente si trova facilmente nei negozi specializzati , ma io volevo farla da sola!!

Guardando in rete non ho trovato nulla di specifico .. per cui mi sono ingegnata!!

Volevo partire dal riso ,ma senza aggiungere farine di grano per fornire una versione senza glutine adatta anche ai celiaci , ma anche a chi vuole limitare il glutine !

Il risulatato mi è piaciuto davvero tanto!!

Ho fatto una versione base , ma nessuno ti vieta di aggiungere aglio o cipolla per avere un gusto più deciso!

Siccome avevo già pranzato , ma volevo comunque vedere se si fondeva ho fatto un esperimento con le melanzane grigliate… SPETTACOLO!!!

Le ho messe pochi minuti nel forno a microonde alternando una fetta di scamorza ad una  fetta di melanzana e si è sciolta che è una meraviglia!!

La consistenza è collosa , dolce e avvolgente … insomma … sono soddisfatta!!

Gli ingredienti sono semplici e si prepara in pochi minuti!

Sicuramente da provare nella pasta al forno o nella parmigiana… ( emoticons con la lingua di fuori!!!)

scamorza-di-riso

scamorza-di-riso

scamorza-di-riso-con-melanzane

scamorza-di-riso-con-melanzane

TEMPO DI PREPARAZIONE

25 minuti + l’ ammollo del riso

INGREDIENTI

per una scamorza

  • 50 gr di riso carnaroli
  • 140 gr di latte di riso
  • 20 gr di olio di mais
  • 30 gr di fecola di patate
  • 1 cucchiaino di agar-agar
  • un pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Metti in ammollo il riso in un pentolino con il doppio di acqua e lascialo almeno un’ ora ( in questo modo si accorcia il tempo di cottura).

Fai cuocere il riso fino ad assorbire tutta l’ acqua. Aggiungi il sale.

Frulla in un robot il riso fino a ridurlo in crema : se ti occorre aggiungi un pò di latte.

Rimetti nel pentolino , aggiungi tutti gli ingredienti e mescola bene ( l’ agar-agar meglio scioglierlo in un pochino di latte così eviti i grumi).

Porta ad ebolizzione e quando il composto inizia a “filare” e a staccarsi dalle pareti è pronta!

Versa in una vaschetta unta d’ olio e fai raffreddare.

Metti in frigorifero almeno due ore , poi gusta come più ti piace!

0137-scamorza-di-riso-giugno-2015